• slide 1
  • slide 2
  • slide 3


Portfolio di Patrizio Vellucci


Painting

Painting icon

Sculpture

sculpture icon

Digital Art

digitalart icon

Photocollages

photography icon

Collage

photography icon


Mark?Question

mark question qr

L'opera mark?question è il primo step nella realizzazione del rpogetto complessivo della interattività, nel quale l'occasione del tema dell'autoritratto è stato sviluppato spostando l'attenzione al tema sottinteso della manifestazione di una identità,tema fortemente attuale e presente nella creazuione ed utilizzo degli strumenti di social network.

presentato al XXIV Porticato Gaetanohttp://www.pinacotecagiovannidagaeta.it/ e insignito di un Premio.

I due Artisti hanno dato vita ad una nuova identità: Mark?question con un suo profilo facebook: http://www.facebook.com/pages/MarkQuestion/386165121436994

Sigmund Freud intervista Mark?Question.

S.F.: “parliamo della tua opera, è un autoritratto, giusto?”
M.: “ritratto, autoritratto, è la stessa cosa!”
Q.: “si ma è anche immagine e comunicazione.”
S.F.: “in che senso?”
M.: “La necessità del ritratto e dell’autoritratto è il tentativo di fissare la propria immagine nel
tempo nel modo in cui voglio essere visto indipendentemente da come gli altri mi vedono.”
Q.: “Ha a che vedere con l’identità, o meglio con l’immagine; il soggetto del ritratto cerca di
definire i confini e gli elementi del gioco. Regole, dati, informazioni.”
freudS.F.: “secondo te/voi è sempre stato così? Per quanto mi riguarda le immagini sono sempre state
delle icone.”
M.: “No, non è stato sempre così, è un processo che si è sviluppato contemporaneamente al
crescere delle opportunità, reali o immaginarie, di determinare la propria vita attraverso
un’identità professionale e sociale. Opportunità che oggi sono alla portata di tutti.”
Q.: “Si tratta comunque di icone, nuove icone di natura sociale: l’immagine irrompe nella realtà e
si sostituisce all’essenza.”
S.F.: “Ma il ritratto e l’autoritratto non sono mai stati alla portata di tutti.”
M.: “Oggi la necessità di avere un ‘immagine’ si è sviluppata in modo esponenziale. Farlo è alla
portata di tutti. Con internet, è possibile una comunicazione tra individui che privilegia la
conoscenza per immagini, astratta e sconnessa dai processi di conoscenza emotiva e sensoriale.”
Q.: “In effetti oggi l’autoritratto è la forma di promozione di sé statisticamente più utilizzata, anche
se il suo valore è fino a prova contraria, come gran parte di ciò che è in rete.“
S.F.: “Insomma, ritratto, autoritratto, pubblicità, arte, informazione: dove siamo andati a finire?”
M.: “I social network comunicano per noi le immagini che abbiamo di noi.”
Q.: “Come vedi oggi siamo tutti nella necessità dell’autoritratto, al di la della somiglianza!“
S.F.: “cosa è successo, sono passati meno di 100 anni. Non avrei mai immaginato che le persone si
potessero allontanare così tanto da se stesse. Vuoi vedere che aveva ragione Jung?”


Created and designed by Pixelsparadise.com
With help of Foundation Framework by ZURB and Flexslider by Madebymufffin

Joomla! ® name is used under a limited license from Open Source Matters
Pixelsparadise.com is not affiliated with by Open Source Matters or the Joomla! Project.

Modal

Awesome. I have it.

Your couch. I it's mine.

×